TESI DI LAUREA - 2002


Anno: 2002

Tesista: Vincenzo Brusà

Titolo: Verifica delle traiettorie veicolari in corrispondenza delle intersezioni a raso attraverso modelli di simulazione. Proposta di nuovi criteri progettuali

Sommario: Nella presente dissertazione l'allievo, dopo aver analizzato criticamente le Norme nazionali ed internazionali relative alla progettazione delle intersezioni a raso, giunge alla proposizione di nuovi criteri progettuali per gli elementi geometrici componenti le intersezioni medesime. In particolare, grazie al supporto di un software (AutoTurn) per la simulazione delle traiettorie veicolari, sono state verificate, nel caso delle intersezioni a tre rami, le manovre di svolta a destra e a sinistra di un campione di veicoli rappresentante il parco di veicoli pesanti e leggeri circolante in Italia.
Le proposte che scaturiscono dalle varie simulazioni riguardano principalmente il riadeguamento dei valori dei raggi degli archi di circonferenza costituenti le tricentriche di ciglio e quelli consigliati per il disegno ed il posizionamento dell'isola a goccia. I nuovi suggerimenti progettuali sono stati applicati, infine, ad un'intersezione situata nel contesto suburbano della provincia di Catania.


__________________________________

Tesista: Monica Caccamo

Titolo: Analisi critica delle prestazioni in termini di sicurezza delle rotatorie. Proposta di una metodologia per la valutazione del livello di servizio allargato

Sommario: Nel presente studio, l'allieva introduce una procedura per definire le condizioni, in termini di sicurezza, della circolazione viaria sulle intersezioni a rotatoria. Con riferimento ad un modello previsionale dell'incidentalità sulle rotatorie (ARNDT), si è introdotto un indicatore rappresentativo del servizio di viabilità, tenendo conto del parametro sicurezza. In particolare, si è pensato di "ampliare" il concetto di livello di servizio, legato fino alla metà degli anni 90 alla densità veicolare, definendo un Livello di Servizio Allargato.
Si ritiene che la procedura elaborata risulti adeguata a verificare il livello di sicurezza delle rotatorie, sia in fase di progetto che in quella di verifica. A tal proposito, la metodologia proposta è stata validata sul campo, attraverso l'applicazione ad alcune rotatorie site nel territorio catanese.

__________________________________

Tesista: Andrea Cacopardo

Titolo: Verifica sperimentale delle metodologie proposte dall'HCM 2000 per la verifica delle caratteristiche funzionali delle strade extraurbane e suburbane

Sommario: In questo studio, l'allievo si occupa inizialmente dell'analisi critica della metodologia, proposta dall'Highway Capacity Manual 2000, per la valutazione delle caratteristiche funzionali (capacità e livello di servizio) delle strade urbane e suburbane.
Le procedure analizzate sono state adeguatamente automatizzate sottoforma di un software di calcolo, al fine di semplificare l'esecuzione delle verifiche e dei calcoli successivi.
Tramite una serie di rilievi "sul campo" (SS 114, SS 191, SS 121), eseguiti tramite un'apparecchiatura Autovelox, è stato poi possibile verificare i valori delle prestazioni funzionali delle strade e confrontarli con quelli ottenuti tramite la metodologia dell'HCM.
I risultati ottenuti sembrano confermare la trasferibilità, anche in Italia, delle procedure proposte dall'Highway Capacity Manual 2000.

__________________________________

Tesista: Nicolò Caramagno

Titolo: Analisi critica delle caratteristiche prestazionali delle gallerie stradali. Proposta di una metodologia per la classificazione funzionale

Sommario: In questa dissertazione, l'allievo si sofferma ad analizzare tutte le problematiche inerenti alla sicurezza delle gallerie stradali.
Si è poi cercato di mettere in risalto l'importanza di avere adeguate condizioni di luminanza nei diversi "punti" dei tunnel stradali (imbocco, zone di transizione, parte interna, sbocco). A tal fine sono stati studiati i consigli e la normativa tecnica del settore.
Al fine di caratterizzare compiutamente la problematica relativa all'illuminazione in galleria, si è organizzata una campagna sperimentale presso le gallerie dell'autostrada A18 (Me-Ct), mirata alla determinazione dei parametri illuminotecnici tramite una strumentazione di misura (radiometro).
Il risultato finale si è tradotto nella creazione di un articolato database in cui tutte le gallerie analizzate sono state schedate in funzione di una serie di requisiti di sicurezza ed in relazione ad un indicatore associato alle prestazioni in termini di illuminazione offerte agli utenti.

__________________________________

Tesista: Daniela Di Stefano

Titolo: La sicurezza stradale in ambito urbano. Analisi critica delle problematiche inerenti alle intersezioni

Sommario: In questa dissertazione, l'allieva, dopo aver analizzato criticamente gli aspetti inerenti alla sicurezza delle aree urbane, sviluppa un'analisi di dettaglio relativa alla pericolosità dei nodi stradali. In particolare viene studiata una serie di modelli previsionali dell'incidentalità alle intersezioni stradali.
In una seconda fase si è proceduto con la caratterizzazione del panorama incidentale inerente al contesto urbano del Comune di Caltagirone (CT). Tramite l'applicazione di alcuni modelli analitici (come quello del TRL) e col supporto di un accurato trattamento statistico dei dati di incidentalità, è stato possibile sia tarare un modello previsionale "ad hoc" per la realtà analizzata, sia individuare quei nodi caratterizzati da un tasso di incidentalità anomalo.
Nell'ultima parte della tesi si è anche organizzato un SIT a supporto dell'analisi di incidentalità e si è prospettato l'utilizzo dei "safety audit" come strumento per la deduzione delle difettosità degli incroci stradali.

__________________________________

Tesista: Francesca Guido

Titolo: Proposta di una metodologia per la valutazione della sicurezza e della qualità della circolazione della viabilità di accesso alle infrastrutture portuali. Verifica sperimentale sul porto di Catania

Sommario: L'allieva propone una metodologia per valutare il livello di pericolosità e di funzionalità della viabilità di accesso dei grandi attrattori di traffico (nel caso particolare, si sono trattate le infrastrutture portuali). In tale contesto, si è elaborata una procedura originale che, partendo dalla ponderazione dei parametri descritti da "check list", giunge alla definizione di un Indice di Attrattività, adeguato a caratterizzare la funzionalità globale delle strade urbane d'accesso al porto.
La metodologia è stata tarata su un'infrastruttura catanese (il porto); in tale ambito si è valutata l'evoluzione delle caratteristiche prestazionali dei rami e dei nodi di accesso, anche grazie ad un'attenta indagine sui possibili sviluppi futuri del traffico di merci movimentate nell'area portuale studiata.
La procedura proposta rappresenta uno strumento per la scelta degli interventi, sia di riqualificazione che di potenziamento della rete stradale, e per la definizione delle priorità di azione.

__________________________________

Tesista: Giovanni Sciuto

Titolo: Indagine sperimentale sull'inquinamento aereo da traffico veicolare urbano ed analisi critica delle normative vigenti

Sommario: I risultati presentati in tale studio evidenziano come la concentrazione aerea di sostanze inquinanti sia influenzata dalla tipologia viaria interessata; inoltre, anche le condizioni ambientali (luoghi confinati o ben ventilati) determinano, a parità di flusso veicolare, differenti livelli di inquinamento.
In particolare, l'analisi di tre differenti configurazioni viarie (sottopassi, rotatorie, intersezioni semaforizzate) sia nei termini delle condizioni di deflusso che in quelli delle concentrazioni degli inquinanti (CO e particolati), ha consentito di dedurre una correlazione matematica che approssimi l'andamento delle concentrazioni di inquinanti in funzione dei flussi circolanti.
I dati sperimentali, infine, confrontati con i valori registrati dalle stazioni di rilievo del Comune di Catania, hanno evidenziato come i valori rilevati dalle stazioni della rete urbana non siano espressione delle condizioni di inquinamento cui sono realmente assoggettati pedoni ed automobilisti.

STRADELANDIA - Portale di informazione e di servizio per la ricerca nel campo delle infrastrutture di trasporto