TESI DI LAUREA - 2010

Anno: 2010

Tesista:
Alessio Pietro Baggiante

Titolo: Sicurezza delle intersezioni stradali in ambito urbano con riferimento specifico al ruolo degli elementi di arredo funzionale delle aree d’incrocio: indagine sperimentale presso il Comune di Catania

Sommario: Nella tesi, l'allievo ha affrontato le problematiche di sicurezza relative agli utenti dei veicoli a motore in ambito urbano che si approcciano alle intersezioni stradali. In particolar modo si è affinata la metodologia dell'analisi di sicurezza, da qualche tempo impiegata ad ampio spettro nell'ambito delle verifiche di funzionalità delle infrastrutture stradali, attraverso l'utilizzo di apposite check list (liste di controllo) elaborate specificatamente per lo studio delle condizioni di sicurezza offerte agli utenti dai diversi elementi che compongono la geometria complessiva delle intersezioni stradali urbane. La metodologia delle analisi di sicurezza, applicata ad una serie di 13 intersezioni, tra quelle giudicate più pericolose della città di Catania sulla base dei dati statistici di incidentalità, ha permesso di caratterizzarne il livello di sicurezza mettendo in conto gli aspetti legati alla composizione degli elementi di arredo funzionale (segnaletica, illuminazione, isole di traffico, etc.).

Note: Tesi di laurea di primo livello

______________________________

Tesista:
Carmelo D’Agostino

Titolo: Analisi e gestione della sicurezza dei percorsi pedonali col supporto dei Sistemi Informativi Territoriali

Sommario: Quando si parla di sicurezza, spesso si tende a credere che l’unica soluzione possibile sia intervenire dal punto di vista strutturale, modificando così la rete viaria. Quasi sempre interventi che tendono a modificare la configurazione geometrica dei vari elementi della rete portano ad una ridistribuzione dei flussi di traffico veicolare, con il possibile inconveniente che un intervento migliorativo per un’area possa peggiorare la sicurezza di un’altra. Una gestione di rete per quanto riguarda la sicurezza, sia che essa si rivolga alle utenze deboli che ai veicoli, sta alla base di qualunque intervento strutturale e non si può prescindere da essa. La presente tesi si inquadra proprio nel quadro sopra descritto.
Attraverso l’approfondita caratterizzazione del livello di sicurezza offerto dai percorsi pedonali mediante opportuni indicatori prestazionali, si è voluto infatti creare i presupposti per una gestione interattiva dei flussi pedonali. In particolare, grazie al supporto dei Sistemi Informativi Territoriali, è possibile prospettare scenari futuri in cui i pedoni siano avvisati in tempo reale in merito agli elementi della rete (nodi e tronchi) in grado di offrire le migliori prestazioni in termini di sicurezza; il tutto, in coerenza con le esigenze prioritarie degli utenti tradizionalmente espresse in funzione della lunghezza dei percorsi pedonali e dei tempi di percorrenza.

__________________________________

Tesista:
Giuseppe Di Stefano

Titolo: Verifiche illuminotecniche in campo stradale ai sensi della Normativa UNI 11248. Caso studio di una intersezione stradale

Sommario: Il problema dell'incidentalità notturna nei tronchi e nei nodi di una rete stradale urbana è fortemente condizionato dall'efficacia degli impianti di illuminazione artificiale. Con il presente lavoro, l'allievo ha svolto un’analisi di dettaglio della nuova normativa UNI 11248 che disciplina i requisiti prestazionali e i criteri di progetto dei dispositivi per l’illuminazione stradale. Tramite poi, una campagna sperimentale di rilievi condotta col supporto di un apparecchio per le misure fotometriche in dotazione presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Catania, è stato possibile rilevare le proprietà fotometriche di un’intersezione stradale peri-urbana caratterizzata da valori insufficienti dell’illuminazione. L’ultima parte della tesi è stata dedicata alla predisposizione degli interventi di riqualificazione dell’impianto di illuminazione dell’intersezione stradale oggetto di studio, attraverso la metodologia indicata nelle nuove Norme.

__________________________________

Tesista: Antonino Furnò

Titolo: Redazione del piano di mobilità nel Comune di Adrano

Sommario: L’obiettivo della tesi progettuale redatta dall’allievo è quello di ridefinire l’assetto viario urbano della città di Adrano al fine di offrire la possibilità al territorio di esprimersi al massimo delle reali potenzialità. In particolare, sono stati pensati interventi di riqualificazione del centro della città mirati a contribuire ad una migliore gestione della mobilità urbana.
Si è quindi inteso porre al centro della piazza “l’uomo” e non più “l’auto”, poiché lo spazio destinato alla nuova “piazza” ossia l’isola ambientale, è stato concepito come uno spazio da destinare all’espletamento delle diverse attività umane (relazioni sociali, shopping, relax, etc.). In tal modo si è progettato uno spazio totalmente dedicato alle relazioni sociali, pubbliche ed economiche, a tutto vantaggio della vivibilità della città di Adrano.
Gli interventi previsti, modificano l’impostazione attuale del tessuto viario di Adrano, migliorando le condizioni di deflusso veicolare e risolvendo l’annoso problema del parcheggio.

__________________________________

Tesista:
Flavio Giurbino

Titolo: Proposta di una metodologia innovativa per la stima del livello di sicurezza pedonale in corrispondenza delle fermate dei mezzi di trasporto pubblico. Indagine sperimentale nel centro urbano di Catania

Sommario: L'allievo ha inizialmente analizzato il "Guidebook for Mitigating Fixed-Route Bus-and-Pedestrian Collisions" prodotto dal TRB (Transportation Research Board) nel 2008, evidenziando le tipologie di incidenti che possono verificarsi in corrispondenza delle fermate dei bus presenti in ambito urbano e studiando tutte le possibili contromisure per limitare il rischio di incidente autobus-pedone. Successivamente si è proceduto con l'elaborazione della metodologia dell'analisi comparativa per la caratterizzazione del livello di sicurezza offerto ai pedoni dalle fermate dei mezzi pubblici: tale metodologia prevede la formulazione di un indicatore di sicurezza, sulla base del confronto tra gli schemi di fermata reali e quelli virtuali, appositamente predisposti, in cui sono presenti tutti gli accorgimenti di sicurezza finalizzati a minimizzare il rischio di incidentalità pedonale. La metodologia elaborata è stata infine tarata mediante l'applicazione sperimentale alle fermate di un'intera linea di bus appartenente al contesto urbano della città di Catania.

__________________________________

Tesista: Dario Monterosso

Titolo: Sicurezza delle intersezioni stradali in ambito urbano con riferimento specifico alle condizioni di visibilità delle aree d’incrocio: indagine sperimentale presso il Comune di Catania

Sommario: Nella propria dissertazione, l'allievo ha affrontato le problematiche di sicurezza relative agli utenti dei veicoli a motore che effettuano le diverse manovre consentite nelle intersezioni stradali in ambito urbano. Nello specifico, si è voluto ottimizzare la tecnica dell'analisi di sicurezza, ormai ampiamente diffusa nell'ambito delle verifiche di funzionalità delle infrastrutture di viabilità e trasporto, attraverso l'utilizzo di apposite liste di controllo (check list) elaborate specificatamente per lo studio delle condizioni di sicurezza offerte agli utenti in corrispondenza delle aree d’incrocio. La metodologia delle analisi di sicurezza, applicata ad un campione significativo di incroci appartenenti al tessuto urbano della città di Catania, ha permesso di caratterizzarne il livello di sicurezza mettendo in conto gli aspetti legati alle condizioni di visibilità, opportunamente verificate sia mediante la costruzione dei triangoli di visibilità che attraverso rilievi “in situ”.

Note: Tesi di laurea di primo livello

__________________________________

Tesista: Ainhoa Retegi Errandonea

Titolo: Verifica di sicurezza delle intersezioni stradali urbane con il metodo dell’analisi comparativa

Sommario: Nella propria tesi, l’allieva ha inizialmente analizzato i riferimenti di letteratura relativi alle questioni di sicurezza relative alle intersezioni stradali presenti nei contesti prettamente urbani. L'allieva si è poi documentata sulla metodologia dell'analisi comparativa delle intersezioni stradali dal punto di vista della sicurezza pedonale, proposta dai ricercatori, esperti delle problematiche di sicurezza, appartenenti al Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell'Università degli Studi di Catania. La suddetta metodologia consente di dedurre il livello di sicurezza tipico delle intersezioni stradali urbane, mediante il confronto “punto a punto” con schemi “virtuali” rappresentativi dei massimi benefici in termini di sicurezza pedonale. Si è infine svolta una campagna di indagini sperimentali presso una serie di incroci urbani appartenenti a differenti realtà sia italiane che spagnole; a tali siti è stata applicata la procedura dell’analisi comparativa e, per ognuno di essi, è stato formulato un giudizio sul livello di pericolosità e sugli interventi che si sono ritenuti essenziali per migliorare la sicurezza dei pedoni.


Note: Tesi di laurea svolta nell’ambito del Progetto Erasmus (collaborazione Italia - Spagna)

__________________________________

Tesista:
Marco Biagio Schilirò

Titolo: Analisi ragionata dei criteri di scelta dei dispositivi di ritenuta stradali. Indagine sperimentale presso alcuni siti urbani ed extraurbani

Sommario: Nella presente tesi, l’allievo ha inizialmente svolto un lavoro di documentazione approfondita in merito alle norme tecniche, nazionali ed internazionali, inerenti ai dispositivi di ritenuta stradale. In particolare, si è svolta un’accurata analisi delle “Guidelines for Guardrail Implementation” prodotte dalla NCHRP (2009). Successivamente sono state ricercate e studiate le caratteristiche peculiari nonché le modalità d’impianto delle tipologie di dispositivi di ritenuta maggiormente diffuse, quali le barriere metalliche, le barriere in calcestruzzo e gli attenuatori d’urto. Sulla base delle nozioni acquisite, infine, si è organizzata una campagna di rilievi mirata alla caratterizzazione del livello di sicurezza offerto da diverse tipologie di dispositivi di ritenuta ubicati nel territorio della Sicilia Orientale.

Note: Tesi di laurea di primo livello

STRADELANDIA - Portale di informazione e di servizio per la ricerca nel campo delle infrastrutture di trasporto