TESI DI LAUREA - AEROPORTI

Anno: 1996

Tesista: Daniela Caico

Titolo: Le caratteristiche di aderenza delle piste aeroportuali come elemento determinante nella sicurezza operativa ed introduzione dell'analisi del rischio come strumento di analisi della procedura di atterraggio

Sommario: In questa tesi, l'allieva analizza criticamente le condizioni operative inerenti alla manovra di atterraggio degli aeromobili sulle piste.
In particolare vengono studiati tutti quei parametri (presenza di acqua, depositi di gomma, effetti dei getti gassosi, distribuzione dei carichi, efficienza dei sistemi di frenatura, ecc.) che influiscono sui valori del coefficiente di aderenza longitudinale che possono essere "garantiti" dallo strato superficiale delle runway.
La definizione delle condizioni di pericolosità delle piste aeroportuali è stata effettuata a mezzo della metodologia dell'"analisi del rischio", nei termini della determinazione della probabilità che gli aeromobili hanno di avvicinarsi alla condizione critica di fuoriuscita dalla pista.
In tale contesto, è stato elaborato il software "A.R.I.A." (Analisi del Rischio Informatizzata per gli Aeroporti).



Anno: 2004

Tesista: Paola Vinciguerra

Titolo: Gestione in termini di sicurezza delle aree aeroportuali. Analisi critica e ottimizzazione delle procedure di ispezione. Prime applicazioni presso l'area aeroportuale di Catania-Fontanarossa

Sommario: Nella presente tesi, l'allieva ha trattato i principali aspetti riguardanti la sicurezza aeroportuale e, più specificatamente, la sicurezza nell'area di manovra e la manutenzione delle infrastrutture che ivi rientrano.
Ai giorni nostri, i controlli nelle aree aeroportuali sono sempre più frequenti e lo scopo principale delle Società di Gestione è quello di renderli scorrevoli ed efficaci. In tale contesto, si è proceduto alla formulazione di "schede di ispezione", aventi lo scopo di rilevare, a intervalli predefiniti, le condizioni di sicurezza dell'area di movimento aeroportuale.
Grazie alla collaborazione della società di gestione dell'aeroporto di Catania (SAC), la matrice generica delle schede, è stata particolareggiata per il caso specifico ed è stata applicata sulle aree di manovra dell'aeroporto "Fontanarossa". Tali schede, risultate funzionali e facilmente comprensibili per gli operatori, sono state quindi acquisite dalla società di gestione dell'aeroporto di Catania.



Anno: 2005

Tesista: Stefania Bruno

Titolo: Analisi previsionale dell'inquinamento acustico in ambito aeroportuale: il caso dell'aeroporto di Fontanarossa (Catania)

Sommario: Il continuo sviluppo del traffico aereo evidenzia in maniera sempre più pressante le questioni legate all'inquinamento acustico dei centri abitati prossimi alle infrastrutture aeroportuali.
Nella presente dissertazione, l'allieva ha elaborato una procedura per la zonizzazione acustica del sedime aeroportuale. In tale contesto è stata condotta un'articolata indagine sperimentale presso l'aeroporto di Fontanarossa (Catania). Tramite l'acquisizione e l'elaborazione dei dati di rumore a mezzo di un sistema fonometrico di recente installazione, si è pervenuti all'impostazione di un algoritmo matematico in grado di consentire sia lo studio della situazione attuale sia le previsioni associate alle future configurazioni (per effetto dei piani di sviluppo che stanno già evolvendosi presso l'aeroporto catanese). Con l'applicazione dell'algoritmo elaborato, è stato possibile, infine, fornire indicazioni sulle modalità di intervento finalizzate alla protezione acustica del territorio circostante il sedime aeroportuale.


__________________________________

Tesista: Paola Camarda

Titolo: Sicurezza in campo aeroportuale: Proposta di una procedura per la programmazione delle misure di aderenza sulle piste di volo

Sommario: Nell'ambito della sicurezza delle attività aeroportuali, riveste notevole importanza l'aderenza superficiale delle piste, sia in condizioni di asciutto che di bagnato (nonché di neve e di ghiaccio), ed in relazione alle cosiddette procedure "a terra" (corse di atterraggio e di decollo).
Con la presente tesi si è proceduto in primo luogo con l'analisi delle normative nazionali ed internazionali (ICAO, FAA) relative alle metodologie ed agli strumenti per la misura dell'aderenza delle piste aeroportuali. Si è anche proceduto con l'analisi critica degli indicatori di aderenza, entrando nel merito della necessità di una standardizzazione a livello internazionale.
In accordo con le indicazioni del Manuale dell'Aeroporto, contenente le procedure in merito a tutte le attività aeroportuali, si sono realizzati gli indirizzi programmatici per la procedura di misurazione dell'aderenza. La procedura medesima è stata tarata ed applicata presso l'aeroporto di Fontanarossa (CT).

__________________________________

Tesista: Lauragrazia Daidone

Titolo: Gestione della sicurezza in campo aeroportuale: pianificazione degli interventi di rimozione FOD e contaminanti nell'area di movimento

Sommario: Il rischio di incidente per i pedoni è legato principalmente alla promiscuità delle varie componenti di traffico; fra queste, i pedoni, più lenti e meno protetti fisicamente, sono quelli più vulnerabili.
Nella presente tesi, l'allievo, tramite un software di calcolo (PC-CRASH), ha eseguito una serie di elaborazioni, dalle quali ha ottenuto i seguenti output: dinamica dell'urto associata a velocità e a tipi di veicolo differenti, relazione tra velocità d'urto ed accelerazioni subite dal pedone nelle parti vitali (testa, collo, torace).
È stato possibile dedurre dei modelli teorici per valutare le velocità d'urto corrispondenti agli spostamenti dei pedoni dopo l'urto e, viceversa, per calcolare gli spostamenti in funzione della velocità d'impatto. Inoltre, si sono correlate le accelerazioni subite dal pedone con la probabilità di danni irreversibili.
Sono stati esposti, infine, gli interventi infrastrutturali per ridurre la velocità dei flussi veicolari e per proteggere i pedoni durante l'attraversamento.

__________________________________

Tesista: Valentina Schilirò

Titolo: Analisi sistematica degli incidenti associati alle operazioni aeroportuali ed applicazione di strumenti e tecniche di Risk Management per l'individuazione delle cause

Sommario: Il Risk Management è l'applicazione sistematica di strumenti per ottimizzare tutti gli aspetti di sicurezza nel rispetto dei vincoli di efficienza delle operazioni, tempi e costi per tutte le attività dell'organizzazione aeroportuale. In tale ambito, la stima del rischio è l'applicazione dei metodi qualitativi e/o quantitativi per la determinazione del livello di rischio associato ad uno specifico pericolo.
Con la presente dissertazione, l'allieva ha studiato le possibili "opzioni di controllo" per ogni evento rischioso. Ciò ha richiesto la determinazione della lista delle cause di incidentalità in un qualsiasi airside. A tal fine, si sono preliminarmente acquisiti ed elaborati statisticamente i dati di incidentalità dedotti dai database internazionali per un vasto periodo temporale. Nella seconda parte della tesi si sono analizzati ed applicati diversi strumenti per l'identificazione delle possibili cause di incidenti (matrice delle opzioni di controllo, analisi degli incidenti, procedura "What if", ecc).

__________________________________

Tesista: Salvatore Scuderi

Titolo: Regolamento ENAC e Annex 14 ICAO a confronto. Verifica degli standard dell'aeroporto di Catania-Fontanarossa e proposte di adeguamento

Sommario: Il lavoro svolto nella presente dissertazione affronta una delle problematiche riguardanti la materia aeroportuale: la sicurezza aerea.
A tal riguardo si è analizzato il livello di sicurezza offerto dalle infrastrutture aeroportuali, sia dal punto di vista normativo che da quello tecnico.
Il primo passo per raggiungere tale obiettivo è stato il confronto fra gli standard previsti dal "Regolamento per la costruzione e l'esercizio degli aeroporti" dell'ENAC e quelli dettati dall'"Annex 14" dell'ICAO. Si è poi effettuata una verifica delle caratteristiche fisiche dell'aeroporto di Catania, riportate nella documentazione AIP-Italia, con quanto indicato dalle norme e ci si è soffermati su quegli standard non rispettati che pregiudicano la sicurezza.
Si è infine prospettata una serie di interventi mirati a garantire le condizioni di sicurezza dettati dagli standard contenuti nei Regolamenti.



Anno: 2006

Tesista: Salvatore Montessuto

Titolo: l Safety Management System per i provider ATM sulla base dei requisiti Eurocontrol. La procedura di Safety Reporting System

Sommario: La sicurezza nel campo del trasporto aereo può realizzarsi pienamente solo se tutte le componenti del sistema aeronautico, cioè ATM service provider, gestori aeroportuali e compagnie aeree adottano idonee metodologie di prevenzione dei rischi, vale a dire efficaci Sistemi di Gestione della Sicurezza (SMS).
Nella presente dissertazione vengono analizzate le norme Eurocontrol relative all'implementazione di SMS, da parte dei fornitori di servizi ATM, e in modo più dettagliato i processi di reporting e stima degli eventi rilevanti per la sicurezza aerea. Tenendo conto di tale analisi si è giunti all'elaborazione di una procedura per il Safety Reporting in campo ATM, conforme alle disposizioni ICAO ed Eurocontrol.
A tal fine sono stati proposti dei modelli per la comunicazione di accident, incident, eventi specifici ATM e sono state descritte le fasi di segnalazione, raccolta e stima di tali eventi.



Anno: 2007

Tesista: Daniele Buscema

Titolo: Proposta di una metodologia per la valutazione e la gestione del rischio a terze persone nelle aree limitrofe agli aeroporti

Sommario: Col presente lavoro, l'allievo ha inteso fornire una metodologia per valutare il rischio, per terze persone, connesso alle attività aeronautiche come prescritto dal D.Lgs. 9 Maggio 2005, n°96, tenendo conto dei diversi indicatori del rischio sociale.
La procedura è stata applicata ad alcune attività che possono avere luogo nel territorio (abitativa, industriale, commerciale). Si è partiti dall’ipotesi di eliminare dal territorio l’attività considerata, nel caso in cui questa è esistente, o di impedirne la realizzazione qualora non fosse stata ancora realizzata. Quindi, stabiliti i parametri di input, i più importanti dei quali sono il valore monetario da attribuire alla vita di una persona e l’area media distrutta (propria dell’aeroporto per il quale si vuole effettuare l’analisi di rischio), si è proceduto con la determinazione dei benefici conseguenti all’ipotesi anzidetta. Dal raffronto fra i benefici ed i costi, è stato possibile valutare se e quando è lecito rimuovere un’attività dal territorio o impedirne la realizzazione.




Anno: 2008

Tesista: Daniele Cianciolo

Titolo: Criteri di progettazione delle infrastrutture eliportuali. Il caso-studio delle Isole Eolie

Sommario: A fronte delle criticità della rete dei trasporti nazionale, spesso inadeguata a fronteggiare la domanda di mobilità esistente, le caratteristiche di flessibilità dell'elicottero potrebbero permettere di fronteggiare, da un lato, la gestione delle emergenze, dall'altro, la richiesta di mobilità per il trasporto passeggeri sulle brevi/mediie distanze. In tale contesto, con la dissertazione di laurea, l'allievo ha voluto proporre un manuale di progettazione delle infrastrutture eliportuali, in grado di colmare le attuali lacune presenti nel quadro normativo vigente a livello nazionale. La stesura del suddetto manuale è stata accompagnata da un'ipotesi di progettazione di massima di un eliporto presso l'isola di Lipari, a servizio della mobilità eoliana, con la finalità di assicurare un trasporto stabile da e per l'arcipelago, e per potenziare il turismo e l'economia locale.

STRADELANDIA - Portale di informazione e di servizio per la ricerca nel campo delle infrastrutture di trasporto