BOOKS

  72578_nobox
         

PROGETTARE LA SICUREZZA STRADALE
Criteri e verifiche di sicurezza per la progettazione e l'adeguamento degli elementi delle infrastrutture viarie: intersezioni, tronchi, sovrastrutture, gallerie, opere idrauliche, barriere di sicurezza, illuminazione, segnaletica ed interventi di traffic calming


Prima edizione:
maggio 2009
Link per l’acquisto on-line: EPC EDITORE
Link per l’acquisto on-line: AMAZON
Anteprima: Estratto in formato pdf

Nelle statistiche ufficiali degli incidenti stradali in Europa, la causa della quasi totalità degli incidenti viene attribuita all’errato comportamento del conducente, ma, concausa di buona parte di tali incidenti è riconducibile alla strada o all’ambiente in cui essa è inserita: più di un incidente su tre scaturisce a seguito di un problema associato, direttamente o indirettamente, all’ambiente stradale nel suo complesso.

Di qui l’importanza di questo manuale di 992 pagine, studiato su misura dei progettisti, degli Enti gestori delle strade e degli analisti della sicurezza, che spiega come ottimizzare le prestazioni, in termini di sicurezza, delle infrastrutture stradali. Nel 1999, dopo i programmi d’azione per la sicurezza emanati dall’Unione Europea, è stato istituito in Italia il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) contenente gli indirizzi programmatici, a livello multisettoriale, finalizzati a ridurre l’elevato numero di vittime per incidenti stradali caratteristico del nostro Paese.

Nei fatti, però, in Italia, a 10 anni di distanza, il livello di sicurezza stradale garantito alle diverse categorie di utenti è ancora inferiore a quello di altri Paesi dell’Unione Europea.

L’esperienza pluriennale acquisita nel settore della sicurezza ha permesso agli autori del libro di realizzare uno strumento organico per la progettazione e la verifica in sicurezza delle infrastrutture stradali urbane ed extraurbane: dall’analisi di sicurezza e di incidentalità alla geometria orizzontale, verticale e trasversale, dai margini alle intersezioni fino alle caratteristiche superficiali e agli interventi di traffic calming.

Importanti anche i capitoli dedicati all’illuminazione, alle gallerie e alla segnaletica. Infine, apposite check-list, elaborate per ciascuno dei temi affrontati, rappresentano un ulteriore utile strumento a sostegno di tutti gli operatori interessati alla valutazione delle prestazioni di sicurezza offerte dal patrimonio infrastrutturale stradale.